Autore: Redazione Commentario

Presunzione di reddito lesiva del principio di ragionevolezza e capacità contributiva

Corte Costituzionale – sent. 228 del 24/9/2014 La presunzione di reddito prevista sui prelevamenti è lesiva del principio di ragionevolezza nonché della capacità contributiva essendo arbitrario ipotizzare che i prelievi ingiustificati da conti correnti bancari effettuati da un lavoratore autonomo siano destinati ad un investimento nell’ambito della propria attività professionale e che questo a sua

Stato di necessità del tossico dipendente in crisi di astinenza

Corte di Cassazione sez. VI penale, sent. nr. 46068 del 24/09-30/10/2014    Presidente Milo-Relatore Bassi Con la sentenza in interesse la Suprema Corte ha recepito e confermato il consolidato orientamento in subiecta materia cristallizzato con sentenza n.18711 del 21.02.2012 n.18711 in base al quale : “in tema di cause di giustificazione l’allegazione da parte dell’imputato dell’erronea

La mancata prova delle vessazioni non dimostra il mobbing

Corte di Cassazione – sez. lavoro sent. 19782 del 19/9/2014  “Se difettano l’esistenza degli elementi strutturali sia sotto il profilo oggettivo, costituito dalla frequenza e ripetitività nel tempo dei comportamenti del datore … sia sotto il profilo soggettivo, rappresentato dalla coscienza ed intenzione del primo di causare danni, non si è in presenza di una

Intangibilità del giudicato

Corte di Cassazione – sez. unite sent. 42858 del 29/5/2014 depositata il    14/10/2014 Il Pubblico Ministero di Napoli aveva richiesto la rimodulazione di una pena già divenuta definitiva per il reato di cui all’art. 73, V comma, D.P.R. n. 309/90 sulla base della sentenza n. 51/2012 con cui la Corte costituzionale aveva dichiarato l’illegittimità costituzionale