Sulle sanzioni tributarie, l’agente della riscossione non puo’ applicare gli interessi di mora e di dilazione. Corte di Cassazione – sez. V – ordinanza nr. 16553 del 22 giugno 2018